Il Passaporto dell’Appennino Modenese è la novità turistica per l’Estate 2022.
Un “gioco” adatto a tutte le età il cui scopo è quello di visitare il maggior numero di località in quota.
15 in tutto sono quelle che compongono la prima edizione del Passaporto, presentato con la conferenza stampa presso la provincia di Modena il 29 Giugno e che già nei primi giorni ha riscosso un enorme successo.

COME FUNZIONA

Il funzionamento è molto semplice. Chi vuole può acquistare una copia del Passaporto (al costo di 2€) in uno degli uffici turistici aderenti (uffici dei comuni di Fanano, Sestola, Riolunato, Pievepelago, Fiumalbo, Frassinoro, Modena) e partire alla scoperta di tutte le località.
In ogni località si trovano dei punti ristoro in cui è possibile ottenere il timbro che attesterà così la visita della località.
Sono 15 grafiche differenti, tutte da collezionare e con dei richiami alle caratteristiche del luogo.

Al raggiungimento di almeno 10 località visitate (e quindi con 10 timbri sul passaporto) è possibile passare negli uffici turistici a ritirare il gadget di quest’anno: un pentolino da trekking con moschettone.

QUALI SONO LE LOCALITA’?

Le località sono tutte in quota e vogliono unire l’Appennino Modenese da Fanano a San Pellegrino.
Le località nello specifico sono: Lago Scaffaiolo, Passo della Croce Arcana, Cimoncino, Cascate del Doccione, Pian del Falco, Lago della Ninfa, Passo del Lupo, Pian Cavallaro, Passo Cento Croci, Le Polle, Piane di Mocogno, Capanne Celtiche, Sant’Annapelago, Lago Santo, San Pellegrino in Alpe.
Non vi resta quindi che passare a ritirare il vostro Passaporto e partire alla ricerca dell’Incanto, raccontando la vostra esperienza sui canali social di @inappenninomodenese